Panettone Pistacchio - Incartato a mano - Tanti Auguri - 500g

Panettone con crema di Pistacchio e ricoperto di Cioccolato fondente e granelle di pistacchio incartato a mano in carta Glitter. Il Panettone Chiostro di Saronno è prodotto secondo la ricetta tradizionale, a base di una lenta lievitazione naturale, e tutti gli ingredienti, dalla farina al latte, dalle uova al burro, dai canditi al lievito, sono di origine naturale, freschi e genuini,

DPANEPITA500

New product

18,70 €

Prezzi IVA incl. Spedizione esclusa

Questo prodotto al momento non è disponibile

Chiostro di Saronno

Il panettone al Pistacchio in veste Glamour, dal gusto delizioso con ingredienti di primissima qualità.

Ingredienti:
farina di frumento, crema al pistacchio 15% [sciroppo di glucosio, zucchero, acqua, oli e grassi vegetali (girasole, cocco, burro di cacao in proporzione variabile), latte scremato in polvere, pasta di pistacchio 3%, alcool, tuorlo d’uova, amido modificato di mais, gelificante: pectina; sale, conservante: potassio sorbato, emulsionante: mono- e digliceridi degli acidi grassi; aromi naturali, coloranti: E160a- E133; zucchero caramellizzato], uova fresche, cioccolato fondente 8% (zucchero, pasta di cacao, burro di cacao, emulsionante: lecitina di girasole, aroma naturale di vaniglia), zucchero, burro, tuorlo d’uova fresche, latte, lievito naturale (farina di frumento, acqua), emulsionanti: mono- e digliceridi degli acidi grassi; granella al cacao 2% [zucchero a velo (zucchero, amido di frumento), amido di frumento, olio di girasole, cacao magro in polvere 5%, pasta di cacao, amido di patata], granella di pistacchio 1,3%, sciroppo di glucosio, aromi naturali, burro di cacao, sale. Può contenere altra frutta a guscio e soia

CONSERVARE IN LUOGO FRESCO E ASCIUTTO.

Storia e tradizione

PanettoneIl panettone è un tipico dolce milanese, associato alle tradizioni gastronomiche del Natale. La leggenda narra che, intorno al 1500, il cuoco del Duca di Milano, rovinato il dolce per il pranzo di natale in forno, si fece aiutare dal suo garzone Toni a prepare un dolce con gli ingredienti rimasti in dispensa, ovvero farina, burro, uova, della scorza di cedro e qualche uvetta. Il risultato fu entusiasmante e da li si chiamò "Pan del Toni".

Nella stessa linea

© 2024 Chiostro di Saronno - All rights reserved -P.Iva 01470360122 - Dati societari - Privacy and Cookies